2016 - ArteDonna 7a Edizione

_____________________
"ArteDonna”– 6a Edizione 2015
Reportage fotografico mostra su: FOTO
________________________________________
"ArteDonna”– 5a Edizione 2014



Dal 5 al 20 Marzo 
“ArteDonna” – Mostra Collettiva dedicata al mondo femminile – 5a Edizione. Presso gli Arconi del Palazzo dei ConsoliInaugurazione 8 Marzo ore 17.
________________
4a Edizione “ArteDonna”
Gubbio 07/17 Marzo 2013

Mai come quest’anno la primavera eugubina è stata ricca
di mostre artistiche, per via del concreto interessamento
dell’amministrazione comunale, degli artisti coinvolti e delle
associazioni culturali che hanno provveduto a organizzare
gli eventi. Venerdì 8 marzo (sotto gli Arconi di Palazzo dei
Consoli) l’assessore Marco Bellucci ha inaugurato la mostra
di pittura “Arte Donna”, che ha ospitato le opere di ottanta
artisti provenienti da tredici Paesi differenti e le sculture
dei maestri Marsilio Pianosi (“Maternità”, “Alla sorgente”,
“Flora” e “Psiche abbandonata”) e dell’olandese Johannes
Genemans. Tra le opere ricordiamo quelle della pittrice eugubina
Maria Assunta Albini, che ha esposto uno splendido
ritratto della figlia. Tra gli artisti annoveriamo Arnaldo Pauselli,
Matilde “Regina” Orsini, Giacomo Ferrario, Marinella
Nardelli, Emanuela Fratini, Lauretta Lauri, Renata Fofi,
Katia Anastasi, Silvia Baldelli e Donatella Fiorucci. Manuela
Vitali ha partecipato alla mostra con “La leggenda”e Alessandro
Pierotti con una fotografia artistica del volto della Vitali.
Rita Marinelli ha invece presentato il ritratto di un giovane,
che ha colpito per l’intensità dello sguardo e la bonarietà
dell’espressione. Lucio Lupini ha esposto la raffigurazione di
un vaso di fiori variopinti su sfondo scuro e “Innamorati a
parco Ranghiasci”, che ha ottenuto il favore della critica, per
il senso generale di passionalità suscitato nel pubblico presente
in sala. Sabato 30 marzo, si è tenuta la premiazione
dell’ottava Rassegna internazionale di arte pittorica “Premio
Targa d’Oro-Città di Gubbio 2013”. L’artista Ezio Tambini
si è classificato primo con l’opera “L’istante prima dell’annunciazione”.
La premiazione della “Targa d’Oro” si è svolta
all’interno della sala Refettorio della Biblioteca comunale
Sperelliana, dove si sono esibite anche le giovani violiniste
eugubine Letizia Bocci, Laura Rogari e Valentina Palazzari.
I premi sono stati consegnati agli artisti vincitori dal sindaco
Diego Guerrini, dalla pittrice Matilde Orsini e dal maestro
Arnaldo Pauselli, mentre il pittore narnese Alvaro Caponi è
intervenuto in qualità di ospite d’onore. . Gli appuntamenti
culturali proseguiranno anche nel mese di maggio, con la
mostra collettiva sulla Festa dei Ceri, che si terrà dal 16 al 31
maggio all’interno del Chiostro antico del Convento di San
Francesco in piazza Quaranta Martiri.

"L'Eugubino" n.2 Maggio 2013

                                   Sezione ragazzi




http://www.livegubbio.it/2013/03/Inaugurata-la-mostra-Arte-Donna
http://www.eugubininelmondo.com/Latest/News_58.html
http://www.livegubbio.it/2013/03/Conclusa-l-esposizione-artistica-Arte-Donna
Inaugurata la mostra "Arte Donna" - Sarà aperta al pubblico fino a domenica 17 marzo, la quarta edizione della mostra ArteDonna allestita sotto gli Arconi del Palazzo dei Consoli (in via Baldassini) dall’associazione culturale Nautartis. La mostra, patrocinata dalla Regione dell’Umbria, dalla Provincia di Perugia e dal Comune di Gubbio, ospita le opere di oltre ottanta artisti provenienti da tredici Paesi differenti, tra cui numerosi pittori e pittrici eugubini.
Oltre alle sculture dei maestri Marsilio Pianosi (presente con le opere “Maternità”, “Alla sorgente”, “Flora” e “Psiche abbandonata”) e dell’olandese Johannes Genemans (che espone tre sculture femminili con evidenti riferimenti al mondo caraibico, al flamenco e alla cultura indiana).
Al vernissage, tenutosi venerdì 8 marzo, giorno della Festa della donna, hanno partecipato l’assessore alla cultura Marco Bellucci, il dirigente comunale Raoul Caldarelli, il critico dell’arte Lorenzo Fattori, il maestro Arnaldo Pauselli e la pittrice Matilde Orsini. Come da consuetudine, l’inaugurazione della mostra è stata allietata dall’esibizione musicale delle giovani violiniste eugubine Letizia BocciLaura Rogari e Valentina Palazzari, che hanno eseguito brani classici apprezzati dal pubblico con sinceri applausi.
Osservando le opere, colpisce particolarmente la variazione di genere del pittore Giuseppe Pedica, famoso per i suoi paesaggi da fiaba, che per l’occasione presenta al pubblico un ritratto del volto di una giovane donna. Si tratta di una bellezza candida, pudica, retrodatabile per genere agli anni ’30 e ’40. Simona Costa raffigura invece una donna mascherata con il seno scoperto, su un caldo sfondo rosso e arancione. La figura femminile, per carattere e sensualità, ricorda la Sabina del romanzo di Milan Kundera “L’insostenibile leggerezza dell’essere”. Della pittrice Maria Assunta Albini è possibile ammirare due quadri estremamente differenti: il primo è uno splendido ritratto della figlia e il secondo è un paesaggio boschivo (una tela quest’ultima già apprezzata in precedenti mostre e che riassume al proprio interno i tratti caratteristici della pittura dell’Albini).
Il maestro Arnaldo Pauselli propone due delle sue opere migliori, vale a dire “Manhattan in fantasia” e “Nave in tempesta”. Mentre la pittrice Matilde “Regina” Orsini espone paesaggi fantastici realizzati con la tecnica moderna della spray art, che la Orsini sta studiando e perfezionando. “Dal raffronto tra i miei quadri e quelli del maestro Pauselli – dichiara Matilde Orsini – si può notare come le opere di Pauselli siano forti e agitate, mentre al contrario le mie più tranquille e placide. Credo che si tratti di lati del nostro carattere in grado di compensarsi e influenzarsi a vicenda”. “Le opere di Pauselli – spiega il critico dell’arte Lorenzo Fattori – sanno interpretare perfettamente la passionalità tipica delle donne”.
I quadri di Cristina Mantisi sono realizzati utilizzando i colori principali, secondo i canoni stilistici degli artisti fauvisti e della pop art. L’opera di Sarah Marrocu è forse la più sensuale dell’intera mostra. La Marrocu dipinge le gambe accavallate di una donna, raffigurando un piede scalzo e l’altro calzato di una fine scarpina bianca. Una rosa rossa giace in terra, ai piedi della donna. Nei quadri di Simone Bettelli, “Il bambino” e “La madre che bacia il bambino”, si ha l’impressione che i soggetti delle opere non siano le persone fisiche raffigurate, bensì i volti e le loro espressioni. Joy Stafford Boncompagni espone una natura morta illuminata da una lampada a carburo ottocentesca, mentre altri ritratti di donne sono quelli realizzati dagli artisti Ulrica Senoner, Donatella Fiorucci, Giuliana Capocchia, Maria Cristina Pisignano, Salvatore Belcastro e Ornella Pompilio.
Giacomo Ferrario, alla sua prima esposizione in una mostra artistica, ha raffigurato il volto triste di “Totò”. “Per realizzare il dipinto – spiega Ferrario – ho utilizzato le punte dell’indice e del medio, mentre per le sfumature mi sono servito della sensibilità dei polpastrelli delle dita”. Giacomo Ferrario soltanto da quattro mesi ha scoperto la propria verve artistica e per questo può essere considerato a tutti gli effetti un artista in erba e un autodidatta. Di Daniela Fratini menzioniamo “La ballerina”, di Marinella Nardelli il nudo di donna con la mela accostata al pube (la mela simbolo del peccato originale), di Emanuela Fratini “La bambina in compagnia della cavalla”, oltre ad altri ritratti di donne delle pittrici Lauretta Lauri, Renata Fofi, Katia Anastasi e Silvia Baldelli.
Manuela Vitali partecipa alla mostra con “La leggenda”, un dipinto realizzato dall’artista ispirandosi a una fiaba che narra di un principe e di una principessa che si incontrano in cima a una montagna, dove inizia la loro storia d’amore. “Le cose vanno apprezzate all’istante – afferma la Vitali – altrimenti si è costretti a rimpiangerle”. Manuela Vitali torna protagonista nella fotografia artistica esposta da Alessandro Pierotti, che ha immortalato il volto della Vitali in un momento in cui l’artista era estaticamente immersa nei propri pensieri letterari. Pierotti evidenzia il colore celeste degli occhi della Vitali, occhi illuminati, che stanno vedendo qualcosa. “Gli occhi sono le specchio dell’anima” confessa Manuela Vitali. Anche l’artista Rita Marinelli espone il ritratto di un giovane che colpisce per l’intensità dello sguardo e la bonarietà dell’espressione. “Gli occhi non hanno bisogno di parole per descrivere la nostra anima” spiega a Live Gubbio la pittrice originaria di Sigillo.
Il pittore Domenico Ciciriello fa un omaggio alla donna con due quadri che raffigurano corpi femminili nudi. O per meglio dire, una parte del corpo femminile e in questo caso i seni e il ventre della donna dipinta sulle tele. L’artista utilizza colori tenui, quasi autunnali, forse per infondere alle opere un’aura di pathos e romanticismo che ben si addicono al tema della mostra e alla Festa della donna. Yaroslava Emelyanova espone “Il futuro”, un quadro raffigurante una bella ragazza in cinta del mondo. L’interpretazione che la Emelyanova fornisce della maternità è fortemente artistica e introspettiva. “Senza la donna non esisterebbe futuro – dichiara la pittrice – in questo caso ho voluto rappresentare una donna che partorisce il mondo, quindi il futuro dell’umanità”. Il messaggio della Emelyanova è assolutamente classico, la donna è l’emblema della genesi della vita.
La mostra è composta anche da una sezione giovani, dove sono esposti circa quindici dipinti di ragazzini e ragazzine dalle indubbie qualità artistiche, dalle creazioni fantastiche di Simona Pugnitopo (Pispy) e dai lavori artigianali di Laura Romano (“Maternità nera”), Grazia Genta(“Peppone e Don Camillo”) e Angela Saccone Josè (“Crepuscolo”).
La mostra Arte donna, allestita sotto gli Arconi del Palazzo dei Consoli, è visitabile dal martedì al venerdì dalle ore 15 alle 18, e il sabato e la domenica anche al mattino dalle ore 10 e 30 alle 13. Domenica 10 marzo, alle ore 16, è prevista l’appendice culturale “Pomeriggio di narrativa, musica e poesia”.

  

_____________________
ArteDonna 
III Edizione Gubbio 2012
Matilde Orsini - Arnaldo Pauselli





Dott. Lorenzo Fattori 


Ospite d'Onore - Anna Rosa Basile










 












- Pomeriggio di Musica e Poesia -



_________________________________

ArteDonna 
II Edizione - Gubbio 2011

artedonna_2011_manif

_________________________________

ArteDonna 
I Edizione - Gubbio 2010




_________________________________



Homepage
Pittori
RASSEGNA INTERNAZIONALE GUBBIO
MOSTRE ASSOCIATI
CAPRESE MICHELANGELO
BELGIO
FRANCIA
GIAPPONE
UZBEKISTAN
RUSSIA
Scultori e Ceramisti
Fotografi e Altri Artisti
Arnaldo Pauselli
PIERINO BEI
Matilde Orsini - Regina
Contatti
MAIL e PERLE di SAGGEZZA
San Valentino - Gubbio '13/'16
ARTE ITINERANTE ITALIA '13/'15
GUBBIO ART EXPO 2013
Colorando - Gubbio '12/'13
ArteDonna - Gubbio '10/'16
Artisti dal Mondo '07/'13

Site Map